I Bot uccidono lo spirito dei Social Media (?)

Comunque fare i “grossi numeri” grazie ai BOT è come andare a prostitute e dire di essere un Playboy!!

I Bot sono dei programmi che svolgono compiti automatici su Internet, in particolare sui Social Media, simulando il comportamento degli esseri umani. Questa è la definizione che puoi trovare facendo una ricerca veloce su Google e sicuramente avrai avuto a che fare con un bot.

Quante volte su Instagram, dopo che hai pubblicato una foto, hai ricevuto un commento tipo “Nice Photo“, “Amazing” oppure “Good shot“. Ecco se hai ricevuto un commento del genere allora puoi stare sicuro che l’account che te l’ha lasciato è un bot. Inoltre, se vai a vedere il profilo, noterai che l’account è italiano e a questo punto la mia domanda è: io sono italiano, tu sei italiano e allora perché mi commenti in inglese? Ah si è vero, stai usando un bot.

 

I BOT UCCIDONO I SOCIAL MEDIA

Da questa breve introduzione puoi già capire perché questi programmini (perché di questo si tratta) uccidono lo spirito dei Social Media. Se ancora non ne sei convinto allora andiamo a vedere la definizione di Social Media.

 

“Social media, in italiano mezzi di comunicazione sociali, è un termine generico che indica tecnologie e pratiche in rete che le persone adottano per condividere contenuti testuali, immagini, video e audio. I professori Andreas Kaplan e Michael Haenlein hanno definito i media sociali come un gruppo di applicazioni Internet basate sui presupposti ideologici e tecnologici del Web 2.0, che consentono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti. I media sociali rappresentano fondamentalmente un cambiamento nel modo in cui la gente apprende, legge e condivide informazioni e contenuti. In essi si verifica una fusione tra sociologia e tecnologia che trasforma il monologo (da uno a molti) in dialogo (da molti a molti) e ha luogo una democratizzazione dell’informazione che trasforma le persone da fruitori di contenuti ad editori. Sono diventati molto popolari perché permettono alle persone di utilizzare il web per stabilire relazioni di tipo personale o lavorativo. I media sociali vengono definiti anche user-generated content (UGC) o consumer-generated media (CGM).”

 

Quindi, tutto il contrario di quello che fa un BOT ma il Social Media Manager non lo sa (o fa finta di non saperlo).

 

UCCIDI IL DIALOGO IN NOME DELL’ENGAGEMENT

Riuscire a fare dei “numeri importanti” su Social non è facile e pochi ci riescono in modo genuino e se questi numeri sei obbligato a farli per lavoro, perché ti pagano per questo, allora il povero Social Media Manager va sotto pressione (perché capisce di non essere così bravo) e quindi si affida a un bot che gli aumenta i fan sulla Pagina Facebook e l’interazione sotto i post.

I Social Media Manager non sono gli unici che utilizzano questi trucchetti per fare i forti sui Social, ma anche gli Influencer o aspiranti tali. Basta farvi un giro su Instagram per vederli e sgamarli subito. Apri Instagram e ti arriva una notifica che Tizio ti sta seguendo, ma non ha messo un mi piace neanche ad una foto (allora perché mi segui?), quindi vai a vedere il profilo e vedi che (almeno) 20K di followers.

Vedi quello che pubblica e noti che al 90% sono frasi motivazionali o post dove pubblicizza qualcosa e già puoi iniziare a capire che non è lui che fisicamente ha spinto il pulsante segui (ma il suo amico Bot).

 

CONCLUSIONI

Quindi i bot possono fare Follow/Unfollow, mettere un like ad un post e lasciare un commento (Amazing!!) insomma rendono i Social Media una bella cagata. Tutta questa buffonata viene fatta solamente perché bisogna avere più followers del proprio vicino, perché solamente in questa maniera si è veramente FIKI!!

Queste cagate non mi sono mai piaciute, anche perché se volevo parlare con un programma informatico allora mi facevo due chiacchiere con HAL 9000. Voi cosa ne pensate? Lasciate il vostro parere nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

I Bot uccidono lo spirito dei Social Media (?)
5 (100%) 3 votes
Andrea Toxiri

Online dal 1999 (blogger dal 2009) e da quel giorno non ho mai smesso. Nerd con la passione per la fotografia e la buona cucina.

4 commenti

  1. Molto spesso i bot vengono utilizzati a scopo di marketing e promozione, non di engagement nello specfifico, questo articolo lo spiega molto bene se a qualcuno interessa https://www.vivabot.it/perche-fare-marketing-facebook-messenger/

    1. Ciao Mariastella, ho letto l’articolo che hai postato nel precedente commento e, per quanto ben fatto, non mi convince per niente l’utilizzo dei Bot.

      Una chat con un Bot è una chat fittizia e, secondo me, l’utilizzo massiccio che se ne fa sui Social Media (specialmente su Instagram) è deleterio anche perché la maggior parte non sono configurati bene. Sai quanti commenti del tipo “Awesome”, “Cool pic”, “Beautiful” mi sono arrivati sotto le foto che pubblico sul mio profilo instagram? Se poi andiamo a vedere i profili che lasciano questi commenti sono nella maggior parte italiani, perché quindi lasci un commento in inglese?

  2. […] che, se usate bene, ci possono permettere di far crescere il nostro profilo senza usare BOT o comprare followers. Come ho già detto il portfolio fotografico è fondamentale per […]

  3. […] già manifestato in passato la mia antipatia per i BOT su Instagram (ma anche sui Social in generale) e se mi segui sui miei Social ogni tanto avrai letto qualche mio […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.