Come scattare in RAW con lo smartphone usando Lightroom

Aiutami a diffondere il post: Condividi !!

Oggi andiamo a vedere come utilizzare, in modo “alternativo”, l’applicazione Lightroom con il nostro smartphone

Prima di cominciare vediamo velocemente, per chi non lo sa, cosa sia un file RAW. Anche se non siete esperti fotografi non vi spaventate, il concetto è molto semplice. Avete presente i negativi fotografici che usano le macchinette analogiche? Ecco, il formato RAW è l’equivalente del negativo fotografico.

Le moderne macchine reflex (e mirrorless) ti permettono di decidere se salvare le tue foto nel classico formato JPG oppure in RAW. Il professionista della fotografia, ma anche l’amatore che ama post-produrre, sceglie sempre il formato RAW perché questo formato ti permette lavorare la foto avendone il pieno controllo e ti permettere anche di recuperare “situazioni estreme”. Invece con il formato JPG non hai queste possibilità.

Non tutti moderni smartphone, se non ricordo male solo il Samsung Galaxy S9+ e l’Apple iPhone XS, permettono scattare foto nel formato RAW se non tramite alcune applicazioni (sia per iOS che per Android). Io uso da sempre quella che secondo me è la migliore applicazione: Lightroom.

L’applicazione Lightroom è completa, professionale, di facile utilizzo e inoltre ti permette una continuità di lavoro dal pc allo smartphone. Come? Continua a leggere che te lo spiego.

LIGHTROOM: NON SOLO POST-PRODUZIONE

L’applicazione Lightroom, oltre per post-produrre le foto, ti permette anche di scattare le foto in formato DNG (che è uno dei formati RAW che ci sono in giro). La prima cosa che dovete fare è scaricare l’applicazione che trovate sia per iOS che per Android.

Una volta che entrate l’applicazione vi chiederà di loggarvi con il vostro account, se avete già un account Adobe potete utilizzare quello altrimenti ve ne create uno. A cosa serve questo account Adobe? Vi ricordate quando ho scritto “della continuità lavorativa da pc a smartphone?” Ecco serve a proprio a questo.

Infatti se lavorate loggati potete salvare i vostri lavori sul cloud che vi mette a disposizione Adobe e quindi potete iniziare a lavorare sul vostro PC e finire il vostro lavoro sullo smartphone/tablet o viceversa. Inoltre potrete usufruire dei vari servizi Adobe.

Una volta che siete entrati troverete in basso a destra l’icona della macchina fotografica, cliccate e vi troverete davanti a questa schermata.

Come potete vedere in alto (posizione centrale) trovate la scritta DNG, questo significa che state scattando in formato RAW. Se cliccate su DNG potete scegliere se scattare in JPG o in DNG.

In basso invece trovate le classiche impostazioni che trovate su una reflex (ISO, apertura, tempo di scatto etc..), questo perché io ho impostato la funzione PRO. Le altre funzioni che avete a disposizione sono Automatica e HDR.

A questo punto, una volta scattata la foto, potete lavorare la foto direttamente nell’applicazione (la troverete nella libreria dell’applicazione).

CONCLUSIONI

Voi la usate questa funzione di Lightroom? Che programma usate per fare editing?

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.