Come fare lo swipe up su Instagram senza avere 10K di follower

Instagram ha delle funzioni utili e altre inutili, tra quelle utili sicuramente lo swipe up è una di queste specialmente se lo usi per lavoro.


Lo swipe up è quella funzione che ti permette di inserire un link all’interno di una Storia, la persona che guarderà la tua storia dovrà muovere il dito sullo schermo dal basso verso l’alto sullo schermo per essere reindirizzato al link.


Come potete capire questa funzione è molto utile se con Instagram ci lavori, ad esempio potete inserire il link del vostro sito web, portfolio, canale youtube e così <b. Vi piacerebbe avere anche a voi questa funzione vero?


Adesso ti devo dare una brutta notizia, questa funzione la puoi avere solamente se hai 10K di follower. Se sei sotto questa soglia allora ti può interessare un procedimento molto artigianale, o come lo chiamo io “lo swipe up dei poveri“, ma che funziona.


ANDIAMO A CREARE IL NOSTRO SWIPE UP


Per creare il nostro “swipe up artigianale” abbiamo bisogno di un’altra funzione di Instagram che non ha avuto molto successo ma in questo caso torna utile, sto parlando della IGTV.


La prima cosa che dobbiamo fare è creare un video, dove magari spiegate ai vostri follower cosa devono fare oppure attinente con il contenuto del link, e poi lo caricate sulla vostra IGTV.


Quando caricate il video vi apparirà una schermata dove bisognerà inserire il titolo e la descrizione. Nella sezione titolo inserite quello che volete, mentre nella sezione descrizione inserite il link per lo swipe up. A questo punto potete caricare il video sulla vostra IGTV.


Una volta che il video è caricato condividetelo nelle vostre Storie spiegando ai vostri follower cosa devono fare, ma cosa devono fare? Una volta che entrano nel video su IGTV devo cliccare una volta sul titolo, si aprirà un sotto-menù dove apparirà il link che avete inserito nella descrizione. Cliccate sul link dove verrete reindirizzati.


CONCLUSIONI


Come ho detto inizialmente questo è lo swipe up dei poveri, forse leggermente macchinoso, ma per adesso funziona e fino a quando non arrivi ai tanto bramati 10K di follower può essere utile.


Se hai domande o vuoi chiarimenti puoi sfruttare i commenti sotto questo post. E tu come sei messo? Hai già i 10K di follower o sfrutterai lo “swipe up dei poveri”?


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Come diventare Fotografo Street View certificato

In questo post ti spiegherò come si diventa fotografo Street View certificato e ti parlerò della mia esperienza.


Se mi seguite sul blog e sui miei Social Media (Facebook ed Instagram) sicuramente avrete capito che sono un appassionato di fotografia e quando posso esco con la mia Nikon per andare a fotografare il mio soggetto preferito: Roma!!


Mi piace anche viaggiare e quindi quando posso unisco queste mie due passioni e, tramite le mie foto, faccio dei piccoli reportage dei miei viaggi. Ultimamente sono stato a Tromsø in Norvegia (viaggio fantastico) dove ho messo a dura prova la mia attrezzatura fotografica, se ti va puoi trovare alcune foto nella mia Pagina Facebook Andrea Toxiri Photo.


Questa cosa di documentare attraverso le mie foto mi è sempre piaciuto e da settembre questa mia passione ha trovato libero sfogo nel programma Local Guide di Google e in particolare con la fotografia su Street View.


Grazie a Street View ho avuto modo di misurarmi con un nuova tipologia di fotografia, la fotografia sferica. In questo tipo di fotografia non serve l’estro creativo ma molta precisione e pazienza.


COME INIZIARE CON LA FOTOGRAFIA STREET VIEW


Prima di spiegare come si diventa fotografi street view certificati vado a spiegare, a quei pochi che non lo conoscono, cosa sia il servizio Street View di Google.


Sicuramente almeno una volta siete capitati su Google Maps per cercare un luogo o per trovare la strada migliore per raggiungerlo. Se guardate in basso a destra vedrete l’iconcina di un omino giallo, ecco se lo trascinate su un qualsiasi punto della mappa (se disponibile) vedrete una foto sferica (conosciuta anche come foto a 360 gradi) di quel particolare posto.


Per farvi capire meglio ecco qui di seguito una delle mie foto sferiche approvate su Google Maps.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questa funzione la trovo molto utile quando devo organizzare un viaggio oppure uno shooting fotografico. Ok, ora che abbiamo capito come funziona andiamo a vedere come si diventa Fotografi Street View Certificati.


La prima cosa che devi fare è registrarti al programma Local Guide di Google e poi scaricarti l’applicazione Street View (disponibile sia per iOS che per Android).


Una volta che ti sei iscritto al programma e hai scaricato l’applicazione puoi iniziare a scattare le foto sferiche, siete pronti? Ok, allora aprite l’applicazione.



Adesso cliccate sull’icona in basso a destra (quella a forma di macchina fotografica) e vi si aprirà un menù.



Qui potete scegliere se collegare una fotocamera sferica esterna, tipo la Insta360 ONE, quindi scatterete la foto con la vostra fotocamera esterna e ve la ritroverete nella vostra applicazione.


La seconda scelta è “Importa foto sferiche“, quindi se cliccate potete scegliere se caricare una foto sferica che avete nella Galleria del vostro smartphone o su Google Foto.


La terza opzione è “Fotocamera“, con questa funzione possiamo scattare la foto sferica direttamente dal nostro smartphone. Una volta che cliccate vi apparirà la seguente schermata.



Dovete centrare nel mirino il cerchio arancione e in questa maniera la fotocamera scatterà in automatico. Ora siete pronti per creare la vostra prima foto sferica.


ALCUNI CONSIGLI PER UNA BUONA FOTO SFERICA


Nessuno vi chiederà di essere dei fotografi creativi, ma sicuramente per fare una buona foto sferica vi servirà precisione e pazienza.


PROCEDETE PER STEP


Quando scatto una foto sferica io la divido in 5 step:


  • Medio
  • Medio Basso
  • Basso
  • Medio Alto
  • Alto

Parto dallo step Medio, quindi fotografo (girando su me stesso) quello che vedo alla mia altezza, poi passo allo step Medio Basso quindi leggermente più sotto la mia visuale e così via.


In questa maniera ottengo una foto più fluida e reale possibile.


PRIMA DI PUBBLICARE CONTROLLA


Una volta che hai completato la foto è ora di pubblicare però prima prenditi 2 minuti per controllare se la foto ha problemi. Ricordati che se nella foto si vedono targhe di auto o visi di persone questi devono essere offuscati.


Per farlo è molto semplice, tieni premuto con il dito sul viso o targa e ti apparirà un piccolo menù in basso dove ti si chiederà se vuoi applicare il filtro per offuscare.


CONCLUSIONI


Una volta che Google Maps ti avrà approvato 50 foto sferiche ti arriverà un’email da Google ti verrà comunicato che hai ottenuto il badge di fotografo certificato.



Se volete potrete inserire i vostri dati (nome, telefono, email, sito etc.) nella lista dei professionisti certificati ed essere contattati per devi lavori. Attualmente non si possono inserire perché Google sta aggiornando il Programma, però mi manderà una seconda email appena la funzione sarà nuovamente disponibile.


Se avete domande o dubbi potete sfruttare tranquillamente i commenti sotto questo post. Se invece vi interessa una buona Insta360 potete cliccare questa.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

Come ho portato internet nel mio garage (e una telecamera IP)

Avevo bisogno di installare una telecamera IP nel mio garage, ma senza internet era impossibile. Ecco cosa ho fatto!!


Avevo necessità di installare una telecamere IP, ma prima di ogni cosa dovevo capire come portare internet giù anche nel garage altrimenti la telecamere IP non sarebbe servita a niente.


Escludendo a priori il Wi-Fi di casa, il segnale non arrivava fino al garage, ho optato sulla tecnologia Powerline. Questa tecnologia sfrutta le prese elettriche che abbiamo in casa per far passare internet sul nostro impianto elettrico.


COME FUNZIONA LA TECNOLOGIA POWERLINE


La prima cosa che dovete verificare è che le prese che volete connettere si trovino nella stessa “sezione”, ovvero sotto lo stesso contatore quindi nello stesso impianto.


La seconda cosa da fare è quella di comprare degli adattatori Powerline (detti anche PowerLan). La mia scelta è ricaduta su TP-Link TL-PA4010 Kit Powerline (clicca qui se vuoi comprarli) perché conosco i prodotti TP-Link e poi perché il rapporto prezzo qualità è ottimo.


Questi adattatori vengono venduti solitamente in coppia perché uno va collegato direttamente al router che abbiamo in casa. L’installazione di questi adattatori è molto semplice. Uno, dopo averlo collegato alla corrente, va collegato con un cavo ethernet direttamente al router di casa.


Mentre l’altro adattatore lo colleghiamo alla presa dove vogliamo portare internet e con il cavo ethernet lo colleghiamo direttamente al dispositivo interessato. Quindi se vogliamo portare internet alla TV che abbiamo in camera da letto, colleghiamo l’adattatore alla presa in camera da letto e tramite il cavo ethernet lo colleghiamo alla TV.


Quindi, come potete vedere, la configurazione è molto semplice. Potete collegarli anche ad una ciabatta ma ve lo sconsiglio perché potreste avere delle perdite di prestazioni.



Come potete vedere ci sono tre led: uno indica che la presa è collegata alla corrente, uno indica che il cavo ethernet è collegato e l’ultimo indica che c’è un collegamento internet. Il dispositivo è piccolo, quindi occupa poco spazio, ed esiste anche nella versione con pressa passante (ovvero una presa siemens collocata sulla parte superiore vicino ai led).


INTERNET NEL GARAGE


Ok, ora che internet è arrivato nel garage devo solo scegliere che telecamera IP montare. Nel precedente post, “Telecamere IP: cosa sono e quali comprare”, vi avevo fatto una breve panoramica su questo mondo. Se volete approfondimenti lasciate le vostre domande nei commenti.


Come ho scritto in quel post esistono diverse tipologie di telecamere IP ad esempio c’è quella da esterno, quella da interno, quella solo wifi, quella wifi ed ethernet, quella costosa e quella economica.


Per quanto riguarda le mie esigenze mi sono orientato per la seguente telecamera IP: Victure FHD 1080P (clicca qui se vuoi comprarla). Mi ha convinto il suo rapporto qualità/prezzo e alcune sue funzioni interessanti. L’ho installata facilmente e per adesso sta lavorando bene, nel prossimo post vi farò una recensione più dettagliata.


CONCLUSIONI


Questa è la mia breve (ma sicuramente non ultima) esperienza con il mondo delle telecamere IP e con la tecnologia powerline, infatti ho intenzione di ampliarla dentro casa.


Se avete domande, se volete approfondire qualche questione tecnica potete tranquillamente sfruttare i commenti sotto questo post. Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

Telecamere IP: cosa sono e quali comprare

La sicurezza delle nostre case può essere migliorata grazie alle telecamere IP che in questi anni hanno fatto passi da gigante.


Avere una (o più) telecamere ip installate a casa può migliorare la sicurezza della nostra abitazione e permette di stare più tranquilli quando siamo fuori casa. In questi anni le telecamere IP hanno fatto passi da gigante, i costi si sono abbattuti e le configurazioni sono molto semplici.


TELECAMERE IP: COSA SONO


Le telecamere IP si collegano (tramite cavo ethernet o wifi) alla rete e possono trasmettere immagini in streaming o salvarle in una memoria interna.


Queste telecamere sono raggiungibili da internet, quindi possiamo vedere quello che succede in casa nostra anche quando siamo dalla parte opposta del mondo.


Esistono due tipi di telecamere ip: centralizzate e decentralizzate. Quelle centralizzate non hanno una memoria interna dove possono memorizzare l’immagini, ma usano un NVR (Network Video Controller) che è un’apparato che serve a gestire e le telecamere e a memorizzare l’immagini.


Le telecamere ip decentralizzate invece possono memorizzare l’immagini su memoria interna oppure su il NAS.


Le telecamere IP hanno diversi vantaggi:


  1. Facilità d’installazione: infatti si possono installare dove vogliamo l’importante che ci sia un cavo ethernet o che ci sia un collegamento wifi
  2. Scalabilità: ovvero possiamo installare da 1 a n telecamere, il limite che abbiamo è fondamentalmente quello dello spazio dove metterle
  3. Accesso remoto: lavorando su IP possiamo accedere alle nostre telecamere anche se siamo dalla parte opposta del mondo. Basta avere una connessione internet e computer oppure uno smartphone con l’applicazione dedicata
  4. Power over Ethernet: molte telecamere non hanno bisogno del cavo di alimentazione ma ricevano l’alimentazione tramite il cavo ethernet. Questo semplifica ulteriormente l’installazione di questi apparati
  5. Buone risoluzioni: ormai queste telecamere hanno delle buone risoluzioni che permettono di vedere bene l’immagini anche al buio
  6. Programmazione: queste telecamere hanno molte funzioni che possono essere programmate a seconda delle proprie esigenze

TELECAMERE IP: QUALI COMPRARE?


Qui di seguito trovate alcune telecamere IP che secondo me vale la pena di prendere:


  1. Victure FHD 1080P (per uso interno)
  2. D-Link DCS-942L (per uso interno)
  3. D-Link DCS-5222L (per uso interno)
  4. Yi Outdoor security camera (per uso esterno)
  5. Foscam FI9853EP (per uso esterno)
  6. Victure FHD 1080P (per uso esterno)
  7. Yi Dome Camera 1080p (per uso interno)
  8. Foscam FI9900P (per uso esterno)
  9. Netgear ABC1000-100EUS (per uso interno)
  10. Foscam FI9928P (per uso esterno)


CONCLUSIONI


Questa è la lista delle mie telecamere preferite, tu ne hai provate altre? Quale consigli? Se vuoi puoi lasciare il tuo contributo sotto questo post.


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

Foto di Natale: alcune idee

Il Natale sta arrivando quindi andiamo a vedere alcune idee su come fare qualche foto durante le feste natalizie.


Se vi state preparando per le feste di Natale allora è ora di prepararsi, al meglio, anche per le foto natalizie. In questo periodo le foto più gettonate sono quelle delle luci, addobbi e a persone.


Potrebbe essere anche una bel regalo di Natale per i nonni fare una bella foto in tema natalizio dei nipotini. Ecco questo sono alcune idee, adesso andiamo a vedere meglio come svilupparle.


DECORAZIONI E LUCI


Le decorazioni e le luci natalizie sono tra le più gettonate come foto, sicuramente perché creano subito ad impatto quel clima natalizio che piace a molti e poi perché con le luci si possono creare dei giochi molti interessanti per le foto.


Decorazioni natalizie
Clicca sulla foto se vuoi comprare la foto

Decorazioni natalizie
Clicca sulla foto se vuoi comprare la foto

Decorazioni natalizie
Clicca sulla foto se vuoi comprare la foto

Per fare delle foto interessanti, che attirano l’attenzione, bisogna avere la giusta quantità di luce. Per fare le prime due foto ho usato Pannello Luce Led dimmerabile della Neewer.


Ho usato questo pannello perché mi permetteva di decidere l’intensità della luce e se usare una luce calda o fredda. Nel caso delle prime due foto ho usato una luce calda per fare risaltare i colori e per dare una sensazione di caldo (come può essere una classica atmosfera natalizia in casa).


La terza foto invece l’ho fatta mentre ero in giro per la mia città, avevo visto queste lucette chi mi piacevano molto e ho voluto fare un effetto Bokeh. Foto del genere possono essere interessanti da usare come sfondo, magari per qualche biglietto d’auguri o per l’invito a qualche cena aziendale.


Con le luci possiamo giocare in tante maniere, ad esempio un gioco di riflessi con gli specchi oppure la classica foto dove c’è una persona che tiene in mano le luci con la persona sfocata.


Clicca sulla foto per scaricarla

Se cercate altre foto a tema natalizio potete andare sul mio Portfolio su Shutterstock (https://shutr.bz/2E1ssMp) oppure sul mio Portfolio su Adobe Stock (http://bit.ly/38rmFh1).


PERSONE

Altre idea carina che potete realizzare è la classica foto di persone sfruttando gli addobbi o con le luci natalizie. Ad esempio potete regalare ai nonni la foto dei nipotini.


Per realizzarla potete posizionare i bambini davanti l’albero di Natale (che farà da sfondo sfocato), mettete dei cappellini di natale ai bimbi e giocate con le luci. L’effetto dell’albero di Natale acceso sfocato andrà a creare uno sfondo molto bello e colorato che aiuterà a mettere in evidenza i soggetti della foto.


Vi assicuro che sarà un regalo molto gradito. Se invece avete una serie di foto potreste realizzare un book fotografico natalizio, insomma il limite è la vostra fantasia.


CONCLUSIONI

Queste sono alcune idee che mi sono venute in mente a me per questo Natale, voi avete altre idee carine da sfruttare per le foto? Se volete potete sfruttare i commenti qui sotto per lasciare il vostro contributo.


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.