[HELP WORDPRESS]: Non accedo più al pannello admin

Houston we have a problem, non accedo più alla pagina admin del mio blog.

Il pannello admin del blog è l’equivalente della cabina di una navicella, se non riesci ad entrare la navicella va avanti senza controllo e le conseguenze possono essere gravi.

Ecco, io qualche settimana fa mi sono sentito come gli astronauti della navicella Apollo 13 e come loro ho lanciato il mio messaggio d’aiuto: “Houston we have a problem” e per fortuna il gruppo su Facebook “Ciccio, senti ‘na cosa” ha risposto.

Come dici? Non conosci il gruppo Facebook “Ciccio, senti ‘na cosa”? Allora clicca qui per leggere il post Ciccio, senti ‘na cosa: quando i Social sono utili.

PRENDI UN PLUGIN E TRATTALO MALE

Dalla sera alla mattina non riuscivo più ad accedere al pannello admin del mio blog, facevo il log in e mi appariva solamente una schermata bianca.

Chiedendo sul gruppo chi ha avuto lo stesso problema mi ha suggerito di controllare tutti i plug-in che ho installato sul mio blog, perché molto probabilmente un aggiornamento mi ha creato questo casino.

Quindi la prima cosa che ho fatto è entrare nel Cpanel del mio blog e poi sono andato su Gestione dei file. Ho individuato la cartella dove si trovano i plugin, selezionati tutti e poi spostati nella cartella cestino.

Attenzione!! Devi solamente spostare i plug-in nella cartella cestino e NON devi ne eliminarli definitivamente ne svuotare il cestino. Altrimenti non riuscirai a capire il problema.

A questo punto inizia il lavoro certosino (il tempo varia da quanti plugin hai installato) di spostare uno alla volta i plugin nella cartella giusta e provare ad accedere al pannello admin del tuo blog.

Non avendo molti plugin sul blog non ho impiegato molto tempo ad individuare il plugin che dopo l’aggiornamento era impazzito bloccandomi l’accesso la pannello admin del mio blog.

CONCLUSIONI

Questo problema che ho avuto sul mio blog mi ha confermato una cosa di cui avevo già la certezza: il web funziona solamente se c’è condivisione del sapere.

Tu hai avuto lo stesso problema o altri problemi più o meno simili con il tuo blog su wordpress? Lascia il tuo contributo nei commenti.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Come creare un portfolio fotografico sul blog

Avere un proprio blog per un fotografo, ormai, non è più una scelta opzionale. Il proprio blog può essere usato anche come portfolio fotografico.

Il portfolio fotografico è fondamentale per un fotografo, nel precedente post abbiamo visto come crearlo grazie ai contenuti in evidenza di Instagram. Oggi andiamo a vedere come crearlo sul proprio blog, senza però usare servizi esterni ma un plugin integrato su wordpress.

 

PERCHÈ NON DEVI USARE UN SERVIZIO ESTERNO

Un portfolio fotografico sul proprio blog si può semplicemente creare utilizzando servizi esterni come Facebook, Instagram, 500px o flirck tutti servizi che gestiscono parzialmente o in toto le foto.

Sono tutti servizi ottimi ma tutti hanno lo stesso problema: sono servizi esterni al proprio blog e quindi fuori dal nostro controllo. Che problemi potresti avere usando questi servizi?

Ecco la lista:

  • Indisponibilità del servizio (quante volte Facebook o Instagram sono andati down?!?)
  • Il servizio è bloccato dal firewall aziendale (molti uffici hanno delle policy di sicurezza che impediscono l’accesso a siti come 500px, Facebook o Instagram)
  • Adattare la gallery al proprio sito

 

Ecco, questi sono alcuni punti che mi fanno desistere dal creare un portfolio con un servizio esterno. In questi mesi ho provato un plugin molto interessante per creare le gallerie fotografiche.

 

UN PLUGIN PER RISOLVERE IL PROBLEMA

Ne avevo già parlato in un precedente post di come usare MaxGalleria, il plugin che ti permette di creare una galleria fotografica. Quindi puoi usare questo plugin per creare la tua galleria fotografica da integrare nella pagina adibita a portfolio fotografico.

Ad esempio qui puoi trovare il mio portfolio fotografico per le foto di sport, i portrait e la street photography.

Piccolo trick per ottimizzare il portfolio: prima di caricare le foto per il vostro portfolio cercate di renderle più “leggere”. Caricare foto che pesano 9/10 MB renderà solamente più lento il caricamento delle foto.

Per rendere più “leggere” le foto io uso TinyPNG, un tool online per rendere le foto più “leggere” per il web.

 

CONCLUSIONI

Creare un portfolio fotografico sul proprio blog è semplice, per renderlo efficace basta veramente poco. Se hai domande o suggerimenti puoi sfruttare i commenti sotto il post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

MaxGalleria il plugin per creare gallerie fotografiche

Avere un blog ormai è fondamentale se vuoi portare avanti la tua attività anche online, ad esempio può essere un ottimo strumento di lavoro per i fotografi.

MaxGalleria è un plugin di WordPress molto utile che ti permette di organizzare le tue foto in gallerie fotografiche da inserire nel tuo blog. Uno potrebbe chiedersi: perché non usare un servizio esterno invece di installare un nuovo plugin? Perché non sempre un servizio esterno (come Facebook, 500px, Pinterest o Instagram) ti garantisce dei risultati performanti.

Ad esempio a lavoro da me siti come 500px o Facebook sono bloccati e quindi se io creassi una galleria fotografica utilizzando 500px quando sono a lavoro non vedrei niente. Questa situazione è comune in molti uffici, quindi perché rischiare? Per questo motivo ho preferito usare un plugin come MaxGalleria per creare la mia Pagina Portfolio.

 

COME SI USA MAXGALLERIA

Una volta installato configurare MaxGalleria è molto semplice. La prima cosa da fare è entrare nella schermata principale del plugin e cliccare sul tasto Add New per creare una nuova galleria. Diamo il nome alla nuova galleria (nel mio caso “Portfolio Motor Sport”) e iniziamo a selezionare le foto che vogliamo caricare.

 

“Se vogliamo mantenere il nostro sito performante dobbiamo caricare foto in bassa risoluzione, adatte per il web. Io solitamente utilizzo TinyPNG oppure Web Resizer. Puoi trovare altri tool interessanti sul post di Riccardo Esposito

 

Una volta caricate le foto ci spostiamo nel sotto-menù Template per decidere quale usare, in maniera free abbiamo a disposizione solamente un tipo di template. Se ne volete altri dovete pagare (parliamo sempre di cifre abbordabili). Nel terzo sotto-menù, Option, possiamo definire lo stile della nostra galleria (spessore o colore del bordo, quante foto mettere su una riga etc..).

Nel sotto-menù Description possiamo inserire una breve descrizione della nostra galleria e con il sotto-menù Advanced possiamo personalizzare ulteriormente la nostra galleria.

 

PUBBLICHIAMO E INTEGRIAMO

Una volta terminato clicchiamo sul tasto pubblica e la nostra galleria fotografica sarà pronta, a questo punto basterà copiare e incollare lo short-code che viene generato per integrare la nostra galleria in una pagina o in un post.

 

CONCLUSIONI

Se sei un fotografo avere un Portfolio sul tuo sito è importante, avere un Portfolio ordinato con una galleria fotografica è ancora meglio. Io ho provato MaxGalleria e per adesso mi trovo bene, tu ne hai provati altri? Cosa ne pensi di questo? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Revive Old Post il plugin per pubblicare i vecchi post

Revive Old Post è il plugin che ti permette di pubblicare i vecchi post sui Social Media aumentando così le visite sul tuo sito.

Revive old post è un plugin di wordpress che ho scoperto grazie a un post di Riccardo Scandellari. Questo plugin serve per pubblicare quando vuoi tu in modo automatico i vecchi post del tuo blog.

Questo plugin permetterà di tenere sempre alta l’attenzione verso il tuo blog aumentando le visite e magari anche ottenere qualche nuovo lettore fidelizzato. Il plugin è gratuito, ma in questo caso puoi solo usare la condivisione su Twitter e Facebook, mentre se paghi e prendi la versione PRO puoi condividere anche su LinkedIn, Xing e Tumblr.

 

CONFIGURARE REVIVE OLD POST

Una volta installato il plugin, all’interno del Pannello di Controllo, nella nostra barra a sinistra  apparirà la voce Revive Old Post. Cliccando possiamo entrare nel pannello per configurare il plugin, una volta dentro la prima schermata che troviamo è quella degli account.

Come ho detto prima nella versione free possiamo usare solamente la condivisione su Twitter e Facebook, quindi basta cliccare sopra l’account che vogliamo utilizzare e autenticarsi con le nostre credenziali. Un volta deciso gli account possiamo passare alla seconda schermata: General Settings.

 

GENERALE SETTING

In questa schermata puoi decidere le tempistiche e la quantità delle condivisioni, in particolare:

  • Intervallo minimo di condivisione
  • Età minima e Età massima (in giorni) per condividere un post, ovvero puoi decidere di far condividere i post che sono stati pubblicati al meno da 10 giorni e al massimo da 60 giorni
  • Numeri di post da condividere ogni volta
  • Cosa condividere: post o pagina
  • Se tracciare i post con Google Analytics
  • Escludere o Includere le categorie di un post
  • Decidere la dimensione della foto da allegare

Definita questa configurazione possiamo passare alla terza schermata, Post Format.

 

POST FORMAT

In questa sezione possiamo definire il formato del post che deve essere condiviso.

  • Contenuto del Post: vuoi condividere solo il titolo, solo il corpo del post, titolo e corpo
  • Lunghezza del post (nel caso di Twitter 140 caratteri)
  • Se vuoi aggiungere un testo al post da condividere
  • Se vuoi includere un link
  • Se vuoi includere gli hashtag

Terminata la configurazione ora possiamo iniziare a condividere i nostri post in automatico, per farlo prima bisogna prima premere sul tasto SAVE e poi su START SHARING.

 

CONCLUSIONI

Il bello di WordPress è quello di avere dei plugin che ti possono aiutare a lavorare meglio e a migliorare le prestazione del tuo blog. Tu lo usi? Conosci altri plugin utili per il blog? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto il post, se invece vuoi approfondire altri argomenti su wordpress ti consiglio questi post:

 

 

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Social PR, cosa fare dopo che hai pubblicato un post

Una volta che hai pubblicato il tuo post non puoi sederti sulla sedia e aspettare che arrivino i lettori. Questo è il momento di rimboccarsi le maniche e fare Social PR.

Con Social PR si possono racchiudere tutte quelle attività online, e offline, necessarie per pubblicizzare il tuo post. È vero che un post ben impostato da un punto di vista SEO ti dovrebbe portare traffico organico dai motori di ricerca, ma avere anche una spinta dai Social Media o con il caro e vecchio passaparola può essere utile.

 

SOCIAL PR – ONLINE

Le attività Social PR online sono molto importanti perché ti permettono di raggiungere un numero molto vasto di persone, però queste attività non devono essere limitate solamente al momento in cui pubblichi un post. Tutti i giorni devi dedicare del tempo alle attività di Social PR online, perché quello che conta è essere presenti e partecipare attivamente.

Quindi queste attività si possono dividere in attività da fare quando pubblichi un post e attività da fare tutti i giorni, le attività di Social PR vanno pianificate per bene e in maniera scrupolosa per ottenere ottimi risultati.

 

ATTIVITÀ DOPO LA PUBBLICAZIONE

Una volta pubblicato il nostro post la prima cosa dare è condividerlo sui nostri Social, per primo partiamo dalla nostra Pagina Facebook. Recentemente Facebook ha cambiato l’algoritmo penalizzando le Pagine, ma con qualche piccolo “trucchetto” (che ho spiegato qui) possiamo ancora sopravvivere abbastanza bene.

Solitamente quando pubblico un post sulla mia Pagina Facebook mi muovo sempre in questa maniera:

 

  • Aggiungo una foto attinente con il post (per reperire foto io uso https://pixabay.com/it/)
  • Scrivere un cappello introduttivo per invogliare il lettore a cliccare sul link
  • Il link non lo metto mai nel post ma nel primo commento, nel post scrivo che troveranno il link nel primo commento

 

Una volta pubblicato il post sulla mia Pagina Facebook lo vado a “fissare in alto”, per mantenerlo sempre in primo piano nella Pagina, e poi lo condivido sul mio Profilo personale (come spiega anche Bennaker qui). Ora puoi pensare anche di dare una “spinta” al tuo post sponsorizzandolo su Facebook.

 

SPONSORIZZA IL TUO POST

Io ho fatto un test con un post della mia Pagina Andrea Toxiri Photo e devo dire che ho ottenuto dei risultati interessanti, il post sponsorizzato era di una mia foto che avevo scatto durante la neve a Roma (se vuoi vedere il post lo trovi qui). Grazie a questa sponsorizzazione ho ottenuto dei buoni risultati sia a livello di Like, Condivisioni, Like alla Pagina e visite al sito web.

Quindi se pubblichi, come faccio io, una volta a settimana al mese avresti 4 post quindi puoi pensare di stanziare un budget di 30€ al mese e sponsorizzare 3 post su 4. Anche in questo caso, se imposti bene la sponsorizzazione, otterrai dei risultati interessanti.

 

TWITTER E LINKEDIN

Dopo Facebook condivido il mio post su Twitter e su LinkedIn, anche in questo caso la procedura è sempre la stessa: foto, cappello introduttivo e nel caso di LinkedIn inserisco il link nel primo commento, mentre su Twitter direttamente nel tweet. Su Twitter, come su Facebook, dopo aver pubblicato il tweet lo fisso sul profilo.

In questa maniera sarà sempre il primo tweet visto quando qualcuno arriva sul mio profilo Twitter. Come vedete non sto svelando nessun mistero ne magia, ma solamente dei piccoli accorgimenti che nel mio caso hanno portato sempre i suoi frutti. Altra cosa che DOVETE SEMPRE FARE è rispondere SEMPRE hai commenti che vengono lasciati sotto i tuoi post sul blog o sui Social, anche se i commenti sono critici o sono commenti dei troll.

 

ATTIVITÀ GIORNALIERA

Come dicevo inizialmente non puoi fare attività di Social PR solamente quando pubblichi un nuovo post sul tuo blog, devi essere sempre presente e partecipare alla community. Leggi i blog dei tuoi colleghi e partecipa alle discussioni (quando hai qualcosa da dire) che si generano nei commenti.

In questa maniera potrai farti conoscere, dare un contributo e magari da una discussione può nascere anche uno spunto per un nuovo post. Sulla tua Pagina Facebook non condividere solamente i tuoi post, ma condividi anche articoli di altre persone (naturalmente che siano sempre in linea con il tuo piano editoriale).

Non puoi scrivere tutto te, quindi se trovi un post interessante condividilo con le persone che ti seguono sulla tua Pagina Facebook e non avere paura di perdere fan per questa attività.

Tieniti sempre aggiornato su quello che succede, le ultime tendenze, i case history più interessanti e creati la lista dei tuoi siti affidabili da leggere giornalmente.

 

SOCIAL PR OFFLINE

La pubblicità alla tua attività online non passa solamente per il web ma si può, anzi si deve, sfruttare anche il Social PR offline. In questo riuscirai a dare un “calore umano” alla tua attività online perché invece di stare dietro uno schermo avrai un contatto diretto con le persone.

Il Social PR offline può avvenire tramite il classico passaparola, tramite workshop, corsi e consulenze. Insomma tutte attività che ti porteranno a diretto contatto con le persone e dove avrai la possibilità di far vedere dal vivo le tue competenze. Attenzione perché in questi casi ti giochi tutta la tua credibilità, ma se lavori bene i feedback positivi ti potranno portare altri clienti.

 

CONCLUSIONI

Queste sono le attività che svolgo io ogni giorno e ogni volta che pubblico un nuovo post  sul mio blog. Tu invece come ti muovi? Svolgi anche te la tua attività di Social PR? Lascia, se vuoi, il tuo contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.