Come cambia la MIA fotografia con l’emergenza Coronavirus

Non sto parlando di cambiare genere fotografico, ma come cambiano le abitudini anche nella nostra fotografia.

Ormai sono settimane che siamo bombardati dalle notizie su il Coronavirus che purtroppo ha cambiato il nostro stile di vita. Chi purtroppo vive nella zona rossa ha dovuto subire un cambiamento radicale chi invece, come me, vive a Roma (che ancora non è zona rossa) dove purtroppo iniziano ad esserci i primi casi ha dovuto iniziare a modificare il proprio stile di vita.

Per quanto mi riguarda il cambiamento di abitudini c’è stato anche nella mia passione, ovvero la fotografia. Tutti gli eventi fotografici dove solitamente vado come ad esempio il Romics, la Formula E, Rally, Foto a 360 su Google Maps e shooting vari sono stati o posticipati oppure annullati.

In questo periodo ho anche limitato le passeggiate per Roma con la mia reflex, quindi che fare? Lasciamo perdere la fotografia aspettando tempi migliori? Assolutamente no!! Anzi se ti va di proseguire nella lettura ti spiego come mi sono organizzato.

LO SPETTACOLO DEVE CONTINUARE

No, questo stato d’emergenza non fermerà la mia passione per la fotografia ma ne modificherà (leggermente) le abitudini. Se mi segui su questo blog o sui vari Social saprai sicuramente che mi diletto anche con la fotografia microstock.

Ecco, in questo periodo dove tutto è fermo io mi sto dedicando al 100% alla fotografia microstock. Ho allestito un piccolo studio fotografico casalingo (se mi segui su LinkedIn avrai visto il mio video altrimenti lo trovi qui) e qui creo le mie foto da pubblicare sulle varie piattaforme di microstock.

Se sei interessato ti lascio qui i link per andarle a vedere:

Se ancora non avete esplorato questo “mondo fotografico” ve lo consiglio perché può diventare anche un ottimo esercizio di stile. Infatti grazie a questo tipo di fotografia puoi imparare nuove tecniche, aumentare la tua “fantasia fotografica”, trovi un tuo stile, impari a capire cosa vuole il pubblico e cosa importante scatti, scatti, scatti e ancora scatti l’unico modo per migliorarsi.

IL MIO STUDIO FOTOGRAFICO CASALINGO

Se ti stati chiedendo come è composto il mio piccolo studio fotografico ti accontento subito:

FORMAZIONE

In questo periodo di stop forzato possiamo puntare sulla formazione che non fa mai male. La formazione la possiamo fare in diversi modi come ad esempio seguire dei corsi online, leggere dei libri oppure seguire alcuni canali di Youtube di fotografi.

Solitamente la formazione è sempre rimandata per mancanza di tempo, ora il tempo c’è quindi cerchiamo di farlo fruttare al meglio. Voi avete consigli su libri o corsi online da seguire? Si? Allora lasciate il vostro contributo nei commenti.

CONCLUSIONI

In questa maniera io sto portando avanti la mia passione fotografica in attesa di poter tornare a fotografare anche ai vari eventi. Tu invece come ti stai muovendo per portare avanti le tue passioni (fotografiche e non)? Ti sei inventato qualcosa o hai deciso di metterle in pausa?

Se ti vai puoi lasciare il tuo contributo nei commenti sotto questo post, magari possono nascere idee interessanti.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.