“Ciccio, senti ‘na cosa”: quando i Social sono utili

I gruppi Facebook sono il male assoluto nel 99% dei casi, ma se trovi un gruppo come “Ciccio, senti ‘na cosa” allora i Social diventano utili.

Avevo già espresso tutto il mio disprezzo verso i gruppi Facebook in un mio vecchio post (Gruppi Facebook: sono ancora una soluzione ottimale?), ma quando mi sono iscritto al gruppo, fondato da Simone Bennati aka Bennaker, “Ciccio, senti ‘na cosa” sapevo che il gruppo poteva essere utile.

L’ennesima conferma l’ho avuta ieri quando ho chiesto aiuto per un problema con wordpress.

PERCHÉ IL GRUPPO FUNZIONA?

Perché il gruppo “Ciccio, senti ‘na cosa” funziona? Semplice, perché ci sono delle regole chiare che il fondatore fa rispettare. Quindi il gruppo non è diventato una cloaca massima dove la gente spamma i propri contenuti o i propri prodotti.

Non esistono gerarchie e quindi non esistono maleducati. Generalmente nei gruppi Facebook c’è l’utente Pro e il Newbie, il Pro ha sempre ragione mentre il Newbie non capisce una mazza. Il Newbie non può fare una domanda senza essere messo sulla graticola.

Praticamente nei 99% dei gruppi Facebook si verifica l’effetto Marchese del Grillo, ovvero “io sono io e voi non siete un cazzo”. Ecco questa cosa non avviene nel gruppo creato da Bennaker, dove regna il rispetto e la regola “domandare è lecito e rispondere è cortesia” anche quando magari la domanda è già stata fatta.

CONDIVIDE ET IMPERA

La condivisione della conoscenza è l’unica leva per far funzionare qualcosa, specialmente sul web. Come dice spesso da Rudy Bandiera: condivide et impera.

Un gruppo dove puoi trovare l’esperto di wordpress, quello di social media, quello di fotografia, quello di programmazione e cosi via è un gruppo che va salvato subito nei preferiti.

Anche perché si può imparare molto anche dalle domande che fanno altri, anche perché il problema che può avere Tizio oggi lo potresti avere te domani.

PERCHÉ NON CERCHI SU GOOGLE?

E perché dovrei cercare su Google quando ho uno strumento, finalmente utile, che mi permette di risolvere il problema? Google a questo punto diventa lo step successivo se non riesco a risolvere il problema con il gruppo Facebook.

Naturalmente se poi trovo la soluzione è cosa gradita comunicarla anche a chi ha tentato di darti una mano, come anche ringraziare.

CONCLUSIONI

Ok, tutto bello ma come arrivo a questo gruppo? Lo trovi su Facebook scrivendo “Ciccio, senti ‘na cosa” altrimenti puoi cliccare direttamente sul link: https://www.facebook.com/groups/IlGruppoDiBennaker/.

Mi raccomando però rispettate le regole del gruppo e dite che ve manda Mr Tozzo!! 😀

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Gruppi Facebook: sono ancora una soluzione ottimale?

I Gruppi Facebook sono ancora la soluzione ideale per diffondere i nostri post o per trovare qualche risposta alle nostre domande ?

Da quando sono su Facebook (2008) ho frequentato diversi gruppi Facebook che trattavano argomenti che mi interessavano come Fotografia, Informatica, Social Media e Web. Inizialmente ero molto contento di avere trovato gruppi Facebook che trattassero questi argomenti, perché pensavo di poter apprendere cose nuove da persone con più esperienza.

 

Come dice Rudy Bandiera: Condivide et Impera

 

Il problema è che questo entusiasmo è durato poco, il tempo di capire come funzionano questi gruppi e la magia iniziale finisce e ti ritrovi davanti alla dura realtà. Nel 95% dei casi sono scappato quasi subito da questi gruppi Facebook perché erano delle vere e proprie cloache.

Solitamente questi gruppi si dividono in due categorie: o sono dei posti dove spammare come se non ci fosse un domani (e questo l’abbiamo fatto tutti almeno una volta) oppure sono un agglomerato di personaggi saccenti che “massacrano virtualmente” il nuovo arrivato o quel poraccio che ha poche conoscenze su un determinato argomento e si permette di fare una “domanda banale”.

 

SE QUESTO È UN GRUPPO

No, questi non sono gruppi da seguire anzi appena ne vedete uno così (citando Gandalf) dovete fare solo una cosa: Fuggite Sciocchi!!

Questi gruppi non sono utili a niente ma sono solo dei piccoli club per i soliti “4 amici”. Naturalmente non si può generalizzare, qualche gruppo buono esiste. Secondo me, un gruppo, per essere utile deve avere almeno queste due caratteristiche:

 

  1. Rispetto per le persone che partecipano (che tu sia un Newbie o un Super Pro)
  2. Regole scritte da rispettare

 

CONCLUSIONI

Il mio blog nasce proprio da questa esigenza, trattare argomenti difficili per molti in maniera semplice (se vuoi aprire un blog anche te leggi come installare WordPress).  Secondo te cosa serve a un gruppo Facebook per essere veramente utile ? Ne conosci qualcuno valido? Sfrutta i commenti sotto questo post per lasciare il tuo contributo.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Al prossimo post !!!