[ESPLORANDO IL MONDO]: Viaggio a Tromsø in Norvegia

Per affrontare questo viaggio devi essere pronto sia fisicamente che mentalmente, non scherzo!

Sembra passata una vita da questo viaggio (che poi è stato l’ultimo prima del lockdown) ed invece sono passati solo 5 mesi. Ho deciso che adesso era il momento giusto per scrivere di questo viaggio, sperando di tornare presto a farne altri.

Sono andato a Tromsø per festeggiare il capodanno, sono partito il 29 dicembre e sono tornato il 2 gennaio. Un viaggio avventuroso e particolare, un viaggio dove devi essere pronto sia fisicamente che mentalmente e non scherzo!! Un viaggio però che ti regala dei paesaggi fantastici, il contatto con la natura (e quindi anche con te stesso), un viaggio che ti regala dei momenti di silenzio che sono rigeneranti e soprattutto un viaggio che se ami la fotografia devi fare!

Ti ho incuriosito abbastanza? Bene, allora continua a leggere questo post e ti farò conoscere Tromsø, la Parigi del Nord Europa.

IL VIAGGIO

Io sono partito da Roma, quindi l’unico mezzo di trasporto per arrivare a Tromsø è stato l’aeroplano. Il viaggio è lungo (sono circa 5 ore) e prevede almeno uno scalo.

Nel mio caso l’andata è stata Roma-Oslo-Tromsø con una sosta di un paio d’ore ad Oslo. Mentre il ritorno è stato Tromsø-Oslo-Copenaghen-Roma, in questo caso le soste sono state due (Oslo e Copenaghen).

I voli sono stati tutti con la SAS che è la compagnia di bandiera della Svezia, Danimarca e Norvegia, con la quale ho viaggiato bene. Il mio viaggio, da un punto di vista fotografico, si è aperto con un classico: la foto dal finestrino dell’aeroplano. Quando ho scattato la foto stavamo volando sopra le Alpi svizzere.

View this post on Instagram

Volando sopra la Svizzera 🇨🇭

A post shared by Andrea Toxiri (@mrtozzo81) on

FINALMENTE ARRIVATI A TROMSØ

L’aeroporto di Tromsø è piccolo ma ben organizzato, una volta presa la vostra valigia fuori trovate i pullman che vi portano direttamente al centro di Tromsø dove si trovano tutti gli alberghi.

Gli stessi pullman vi riporteranno in aeroporto il giorno della vostra partenza, visto che però ci sono diverse fermate e diversi pullman memorizzate bene la vostra fermata e il vostro pullman. Per quanto riguarda il biglietto io l’ho fatto direttamente da Roma tramite l’agenzia di viaggi che ha organizzato tutto (cosa che vi consiglio di fare anche a voi), penso che però si possa fare anche direttamente sul pullman.

INIZIA L’AVVENTURA

Una volta usciti dall’aeroporto inizia la vostra avventura a Tromsø e come per ogni avventura bisogna essere preparati sia fisicamente che mentalmente. Fisicamente perché ci troviamo in un Paese con condizioni climatiche molto diverse da quelle che troviamo in Italia.

Io sono andato a dicembre e la temperatura ha sempre oscillato tra -6 e 0 gradi celcius. Nel periodo in cui ci sono stato io ha sempre nevicato e ci sono state delle giornate dove il vento era molto freddo.

Inoltre Tromsø, ma la Norvegia in generale, è un Paese “wild” e la natura (che viene rispettata dai sui abitanti) domina e molte volte per andare a vedere i posti più belli bisogna camminare e ci sono alcune attività (tipo la gita con la slitta con i cani) che richiedono uno sforzo fisico, quindi essere in buona salute è fondamentale.

Oltre che fisicamente devi essere pronto anche mentalmente perché una volta arrivato a Tromsø ti troverai in una situazione molto “strana” che al 99% non hai vissuto.

Infatti, a seconda del periodo, ti troverai in una situazione di buio perenne (detta anche Notte Polare) o luce perenne. Io, visto che sono andato a dicembre, ho trovato la Notte Polare, quindi una situazione di notte fonda anche alle 10 del mattino.

Per uno che non è abituato, specialmente all’inizio, è una situazione destabilizzante che ti fa perdere il senso del tempo. Per farvi capire meglio il senso di quello che ho detto ecco una foto che ho scattato alle 14.

La Notte Polare dura da Settembre a Marzo, dopo si verifica il fenomeno opposto conosciuto come il Sole di Mezzanotte. Tra i due non lo so quale sia il più pesante da gestire, ma sicuramente questi due fenomeni rendono il posto ancora più interessante da visitare.

Una caratteristica che ho notato che gli abitanti di Tromsø lasciano le luci delle proprie case sempre accese, anche quando non sono in casa. Inoltre, complice la Notte Polare, durante il periodo natalizio si sbizzarriscono con le luci per gli addobbi natalizi.

Un addobbo caratteristico, o almeno penso che lo sia visto che era presente in tutte le case e nei locali, è quello di attaccare alla finestra una stella luminosa a 5 punte come quella che vedi nella foto qui sotto.

COSA VEDERE E COSA FARE A TROMSØ

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Tromsø è nota anche come “campo base”, vista la sua posizione, per le spedizioni antartiche. Questo non significa però che non ci sia niente da vedere, anzi! Continuate a leggere per scoprire cosa vedere e/o fare a Tromsø.

La maggior parte degli Alberghi si trovano nel zona del porto, che può essere visto come il centro di Tromsø, che se anche è zona di porto è tenuta molto bene. La pulizia e il silenzio sono due caratteristiche che contraddistinguono Tromsø.

Da questa posizione la prima cosa da vedere sicuramente è la Cattedrale dell’Artico, famosa per essere la Cattedrale più a Nod d’Europa. Per raggiungerla, partendo dal porto, bisogna attraversare il Bruvegen Bridge. Questo ponte vi farà attraversare un piccolo tratto del Mare Norvegese, quando vi troverete al centro del ponte la vista sarà molto suggestiva.

Una volta attraversato il ponte (vi anticipo che è una bella passeggiata) vi troverete davanti la Cattedrale più a Nord d’Europa.

Anche se viene chiamata Cattedrale formalmente non lo è, ma è una semplice chiesa. La Cattedrale dell’Artico è stata costruita nel 1965 con un stile moderno. È la costruzione più famosa di Tromsø e sicuramente la sua caratteristica è quella di essere quella più posizionata a Nord d’Europa.

C’è da dire che per chi viene da città con una “storia artistica” più di spessore magari non rimarranno colpiti da questa chiesa, però vale la pena visitarla.

Rimanendo sempre in ambito religioso andiamo a visitare la Cattedrale di Tromsø. Questa volta, a differenza della Cattedrale Artica, questa è veramente una Cattedrale.

Questa è la Cattedrale protestante più a Nord del mondo ed è anche l’unica che è stata costruita in legno in Norvegia. Questa Cattedrale è un esempio di architettura neogotica.

La sua bellezza è nella sua semplicità infatti, a differenza delle Cattedrali a cui siamo abituati, ha delle forme molto semplici e lineari. Si trova nel centro storico di Tromsø e anche questa è da vedere perché ne vale la pena. Come potete vedere nella foto si trova una statua, è quella di bronzo della Madonna con il bambino.

Altro posto da vedere è il porto di Tromsø, che a differenza dei soliti porti è molto pulito e tenuto bene. Davanti al porto possiamo trovare una serie di Hotel e locali per mangiare in stile norvegese (le classiche casette di legno), ma anche in stile moderno.

Io ho soggiornato proprio in un Hotel che si trova davanti al porto e mi sono trovato molto bene, perché comunque sei posizionato in maniera strategica per raggiungere velocemente qualsiasi punto della città. Inoltre da questo porto partono tutte le spedizioni di whale whatching.

Anche qui a Tromsø non mancano i musei da vedere, anche questi sono molto particolari, nella fattispecie sto parlando del museo Polarmuseet. In questo museo troverete la ricostruzione della storia delle spedizioni al Polo Nord. In pieno stile norvegese il museo è ospitato in un capannone industriale dell’Ottocento.

Dietro questo museo troviamo la casa del più famoso esploratore norvegese (al quale è stato dedicato anche un mezzobusto): Roald Amundsen. È chiamato anche “l’esploratore dei due poli” perché riuscì a raggiungere sia il Polo Nord e il Polo Sud.

Altro posto che dovete vedere è Polaria, qui potrete farvi una cultura sui grandi temi che riguardano il Polo Nord. Dal riscaldamento globale allo scioglimento dei ghiacciai. Adatto anche per i bambini.

DOVE E COSA MANGIARE A TROMSØ

Trovare il posto giusto dove mangiare e soprattutto sapere cosa mangiare è fondamentale quando si viaggia. Io sono dell’idea che quando si viaggia bisogna assaggiare il cibo locale, perché anche la cucina è cultura e conoscere nuovi sapori sicuramente arricchirà il nostro bagaglio culturale.

Il primo che vi suggerisco è Peppes Pizza, si lo so lo so cosa stai per dire “ma come hai appena scritto che è importante assaggiare il cibo locale e ti mangia una pizza in Norvegia?

Premesso che per un italiano questa non è una vera pizza, però quella che fanno in questo locale è abbastanza buona. Ok, la pizza non è un cibo tipico norvegese però questo posto per un’emergenza può andare bene. Ad esempio sono arrivato tardi a Tromsø e questo era l’unico posto aperto per mangiare, torna utile anche in quelle giornate dove tutto è chiuso (ad esempio la domenica).

Inoltre fa anche il Take Away, quindi potete prendere la vostra pizza e andarla a mangiare dove volete. Solitamente l’attesa per il take away è di 10/15 minuti.

Se invece volete mangiare del cibo tipico norvegese allora vi consiglio di andare da Full Steam Tromsø AS. Il locale è molto carino e pulito, internamente c’è anche un piccolo museo da vedere, e il personale è molto simpatico e professionale e parlano norvegese, inglese e italiano (solo uno dei camerieri). ⁣ ⁣ Il cibo è molto buono e viene presentato sempre molto bene nei piatti. Qui puoi assaggiare la Balena, la Renna, lo Stoccafisso e dei dolci veramente buoni. ⁣

A CACCIA DELL’AURORA BOREALE

Se vieni a Tromsø uno dei motivi è quello di vedere l’Aurora Boreale o come dicono i norvegesi “cacciare l’Aurora Boreale“. E si perché è proprio come andare a caccia, devi inseguirla per km e aspettare per ore prima di poterla vedere, ma come succede a caccia alcune volte si torna con il bottino e altre volte a mani vuote.

Non è facile vederla, perché dipende molto anche delle condizioni meteo, ma quando la vedi lo spettacolo ti ripaga di tutte le fatiche che hai fatto. Io purtroppo non riuscito a vederla se non per pochissimi secondi e non nello splendore massimo (era poco intensa). Spero di poter tornare presto da quelle parti per poterla vedere e fotografarla bene.

Questa concetto deve essere ben chiaro, perché non è che state andando al cinema a vedere un film ma state cercando di vedere un fenomeno naturale e per questo non è detto che si presenti sempre.

ALCUNE CURIOSITÀ

Il centro storico di Tromsø è piccolo ma molto carino e tenuto bene tanto che merita di essere visto più di una volta. Ci sono bus e taxi ma secondo me non vale la pena prenderli perché potete visitare tutta Tromsø tranquillamente a piedi, inoltre in questa maniera non vi perderete neanche un dettaglio di questa città.

La moneta locale è la Corona norvegese (attualmente mentre scrivo 1 corona vale 0,093 euro), ma io non ho cambiato i miei euro e anzi vi consiglio di non farlo. Infatti a Tromsø (ma in tutta la Norvegia) utilizzano molto i bancomat e le carte di credito, praticamente da un semplice fino alla cena o un museo ho pagato tutto con il bancomat (prima di partire verificate che il vostro bancomat si abilitato per l’estero). Addirittura ho trovato un distributore di bottigliette d’acqua che accettava il pagamento con il bancomat!

Molti negozi ti rilasciano lo scontrino con il valore in corone norvegesi e in euro, molto comodo per vedere al volo quanto hai speso.

Sempre camminando per il centro, se siete golosi, vi dovete fermare da Sweet Heart, un piccolo paradiso per i golosi. Dopo una passeggiata al freddo fa sempre piacere entrare qui e comprare della cioccolata o delle caramelle. ⁣ ⁣

Se poi capitate da queste parti durante il periodo natalizio trovare molti dolci a tema. Insomma anche questo è uno di quei posti da visitare se capiti a Tromsø, non sarà una visita culturale ma sicuramente soddisferà i più golosi. ⁣ ⁣

Visto che camminerete molto e al freddo a metà mattinata vi verrà sicuramente fame, ecco se volete una merenda buona e che vi sazia allora andate a un qualsiasi supermercato di Tromsø e compratevi il pesce essiccato, viene venduto in piccole confezioni comode da mettere nello zaino.

Altra esperienza molto bella da fare quando siete a Tromsø è quella della gita con le slitte trainate dai cani. Questa è una delle cose più “selvagge” che potete fare qui a Tromsø. Sarai te a guidare la slitta, prima però dovrai fare “amicizia” con i cani e seguire le istruzioni (fondamentali) che ti dirà la guida.

La gita è di gruppo e c’è sempre una guida che ti dirà il percorso e per qualsiasi problema, ma quando la slitta parte e i cani iniziano a correre sei solo te, l’odore di cane selvaggio (che ti rimarrà nelle narici per ore) e l’avventura che stai vivendo. Spettacolare!

CONCLUSIONI

Insomma è un viaggio veramente speciale che (quando si potrà viaggiare nuovamente) vi consiglio di fare, specialmente se amate fare le foto. Qui di posti stupendi da fotografare ne troverete tanti.

Se volete vedere le altre foto che ho scattato a Tromsø andate sulla mia pagina Facebook. Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.