Tre trucchetti per migliorare le Storie su Instagram

Le Storie su Instagram sono uno strumento potente per portare pubblico sul nostro profilo, se fatte bene.

Nell’articolo “Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf: tre applicazioni per le tue Storie su Instagram” avevo parlato di tre applicazioni molto utili da utilizzare per le nostre Storie. Oggi invece vi parlerò di tre “trucchetti” per rendere le nostre Storie più interessanti senza installare nessuna applicazione.

Naturalmente non vi sto svelando la formula magica, molto dipende anche dalla vostra fantasia, e molto probabilmente già li conoscete questi trucchetti. Continuate a leggere per scoprirlo, pronti?

TESTO COLORATO

Andiamo a creare la nostra storia con uno sfondo colorato e poi inseriamo il testo, evidenziamo il testo e andiamo a scegliere il colore di partenza.

Per scegliere il colore teniamo premuto sul colore desiderato e con l’altro dito teniamo premuto sulla scritta, poi con entrambe le dita ci spostiamo da destra a sinistra e l’effetto ottenuto sarà il seguente.

CREARE RETTANGOLI

Altra funzione interessante per creare dei layout alle vostre storie potrebbe essere quella di creare dei rettangoli.

Prima di tutto create il vostro sfondo (colorato o con una foto), poi selezionate lo sfondo testo (il secondo quadratino in alto a sinistra), come testo inserite un punto e poi date due spazi.

Cancellate il punto e a questo punto il vostro rettangolo è pronto, ora (usando le dita) potete muoverlo come vi pare o aumentare/diminuire le dimensioni del rettangolo. Ora il limite è la vostra fantasia per creare il layout delle vostre storie.

SFONDO TRASPARENTE

L’ultimo “trucchetto” è per creare delle Storie inserendo delle vostre foto applicando anche uno sfondo trasparente. Come si fa? Molto semplice, ecco i passaggi:

  • Inserisci la foto
  • Clicca sull’icona della penna
  • Sceglie la modalità evidenziatore
  • Tieni premuto sulla foto

A questo punto potete inserire anche un testo o lasciarla semplicemente così.

CONCLUSIONI

Tre “trucchetti” semplici che possono rendere interessanti le tue Storie, tu li conoscevi già? Ne conosci altri? Se ti va lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Come fare lo swipe up su Instagram senza avere 10K di follower

Instagram ha delle funzioni utili e altre inutili, tra quelle utili sicuramente lo swipe up è una di queste specialmente se lo usi per lavoro.


Lo swipe up è quella funzione che ti permette di inserire un link all’interno di una Storia, la persona che guarderà la tua storia dovrà muovere il dito sullo schermo dal basso verso l’alto sullo schermo per essere reindirizzato al link.


Come potete capire questa funzione è molto utile se con Instagram ci lavori, ad esempio potete inserire il link del vostro sito web, portfolio, canale youtube e così <b. Vi piacerebbe avere anche a voi questa funzione vero?


Adesso ti devo dare una brutta notizia, questa funzione la puoi avere solamente se hai 10K di follower. Se sei sotto questa soglia allora ti può interessare un procedimento molto artigianale, o come lo chiamo io “lo swipe up dei poveri“, ma che funziona.


ANDIAMO A CREARE IL NOSTRO SWIPE UP


Per creare il nostro “swipe up artigianale” abbiamo bisogno di un’altra funzione di Instagram che non ha avuto molto successo ma in questo caso torna utile, sto parlando della IGTV.


La prima cosa che dobbiamo fare è creare un video, dove magari spiegate ai vostri follower cosa devono fare oppure attinente con il contenuto del link, e poi lo caricate sulla vostra IGTV.


Quando caricate il video vi apparirà una schermata dove bisognerà inserire il titolo e la descrizione. Nella sezione titolo inserite quello che volete, mentre nella sezione descrizione inserite il link per lo swipe up. A questo punto potete caricare il video sulla vostra IGTV.


Una volta che il video è caricato condividetelo nelle vostre Storie spiegando ai vostri follower cosa devono fare, ma cosa devono fare? Una volta che entrano nel video su IGTV devo cliccare una volta sul titolo, si aprirà un sotto-menù dove apparirà il link che avete inserito nella descrizione. Cliccate sul link dove verrete reindirizzati.


CONCLUSIONI


Come ho detto inizialmente questo è lo swipe up dei poveri, forse leggermente macchinoso, ma per adesso funziona e fino a quando non arrivi ai tanto bramati 10K di follower può essere utile.


Se hai domande o vuoi chiarimenti puoi sfruttare i commenti sotto questo post. E tu come sei messo? Hai già i 10K di follower o sfrutterai lo “swipe up dei poveri”?


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf: tre applicazioni per le tue Storie su Instagram

Oggi andiamo a vedere tre applicazioni, gratuite, che possono rendere le tue Storie su Instagram interessanti.

Le Storie su Instagram possono essere uno strumento molto interessante per promuovere il nostro business, i nostri lavori artistici (o non) o semplicemente per intrattenere i nostri follower.


Ho scoperto tre applicazioni molto interessanti (e gratuite) da utilizzare per rendere le nostre Storie su Instagram ancora più interessanti e originali. Le applicazioni sono Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf.


ME IN GIFS


L’applicazione Me in Gifs è stata creata da Patryk Rzucidlo (aka PTKDev) ed è in parole semplici una collezione di template a tema da poter utilizzare per le nostre Storie.


Ad esempio troviamo una serie di template a tema Natale che possiamo utilizzare per creare le nostre Storie per far conoscere le nostre foto, oppure per creare divertenti sondaggi.



L’applicazione è disponibile sia per iOS (clicca qui per scaricare) che per Android (clicca qui per scaricare).


STORYART


StoryArt è un vero e proprio editor di Storie per Instagram, esiste la versione per iOS e per Android. Abbiamo una vasta scelta di layout (statici e dinamici) da utilizzare per creare delle Storie veramente interessanti.


Alcuni sono free, ma questo non vuole dire che siano meno belli, altri invece sono a pagamento. Come ho detto prima possiamo utilizzare dei layout statici (quindi una classica cornice) che dinamici (possiamo inserire oggetti in movimento o che appaiono e scompaiono).


Interessante è anche la possibilità di inserire della musica all’interno delle nostre Storie create con StoryArt, sicuramente un tocco in più per renderle ancora più piacevoli.


ELFYOURSELF

Il Natale si avvicina quindi perché non trasmettere lo spirito natalizio anche attraverso le nostre Storie su Instagram? Ho trovato questa applicazione, molto carina, che può essere utile per mandare gli auguri di Natale ai tuoi follower (ma anche ad amici e parenti).

Parlo di ElfYourSelf, applicazione disponibile per iOS e per Android, l’applicazione che ti permetterà di creare (con la tua faccia) un balletto di elfi.

Ti basterà, dopo aver fatto partire l’applicazione, fare un selfie e la tua foto verrà inserita sul corpo di un elfo che balla. Il video che verrà generato si può creare fino a un massimo di 4 elfi (quindi potrete fare la foto anche ai vostri famigliari ed inserirli nel video).


CONCLUSIONI

Conoscevate già queste tre applicazioni? Cosa ne pensate? Conoscete altre applicazioni simili? Se volete potete lasciare il vostro contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

La spettacolarizzazione del dolore sui social, perché?

Per tirare su due like si è disposti a perdere la propria intimità?

Sono settimane che sulla timeline di Twitter mi appaiono tweet di persone che condividono con degli sconosciuti, perché questo sono la maggior parte dei follower che abbiamo sui Social, momenti della vita che sono particolarmente intimi e delicati come malattia e morte.

L’ultima che ho visto è stata la foto di un papà in un letto di ospedale abbracciato dalla moglie e la didascalia riportava che purtroppo al signore avevano diagnosticato 2 mesi di vita.

Tralasciando la parte emotiva quello che mi chiedo, e che mi fa incazzare, perché bisogna spettacolarizzazione a tutti i costi il dolore!! La malattia e la morte sono momenti intimi e delicati nella vita di una persona, perché bisogna renderli pubblici e condividerli con degli sconosciuti (o come dicevano nel film “Il nome del figlio” degli amici fantasma)?

BUONGIORNOE CASOMAI NON VI RIVEDESSI, BUON POMERIGGIO, BUONASERA E BUONANOTTE!

Questa continua voglia di stare sotto i riflettori h24 e condividere ogni istante della propria vita, forse sarò vecchio, ma non riesco proprio a capirla.

Quello che però non riesco proprio a capire, e che mi fa incazzare, è quello di voler portare sotto i riflettori persone che magari non ci vogliono stare. Vi siete mai chiesti se il vostro amico/parente vuole far sapere a tutti i vostri follower che è malato o peggio ancora che ha pochi mesi di vita?

La cosa che mi lascia però veramente senza parole son i retweet che ricevono questi tweet. Infatti se il “cuoricino” posso anche arrivare a capirlo (segno di solidarietà virtuale) il RT proprio no, perché vuoi ampliare il raggio di questo tweet con i tuoi follower? Volete far vedere a tutti che siete bravi?

CONCLUSIONI

I Social sono uno strumento potente come anche il nostro smartphone, ma dipende sempre da come uno strumento viene utilizzato.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81. Se invece vuoi ricevere 5 mie foto clicca qui.

Sharekit: miglioriamo l’anteprima dei nostri link

Quante volte hai pubblicato un post sul tuo Social preferito e l’anteprima del post non ti ha soddisfatto perché troppo piccola o peggio ancora assente? Esistono dei tool che ti permettono di risolvere questo problema.

Ho avuto il modo di testare in questi giorni un tool online molto interessante, si chiama Sharekit.

Questo tool ti permette di confezionare il tuo post al meglio per ottenere il risultato migliore e ottenere un buon impatto estetico (che in alcuni casi serve).

CONFIGURIAMO IL NOSTRO POST

Utilizzare questo tool è veramente semplice, infatti basta incollare il link che vogliamo condividere e lui tirerà fuori l’anteprima che verrà visualizzata sul Social Network.

ShareKit

Naturalmente questa anteprima può essere modificata e in particolare possiamo cambiare:

  • La foto
  • Il titolo
  • La descrizione

Inoltre ShareKit ha una funzione (oltre a quelle già elencate) molto interessante, ovvero la possibilità di inserire un bottone per la Call to Action (per gli amici CtA, per i parenti “clicca qui che ho messo un link FIKO“).

Ad esempio se volete condividere il vostro ultimo lavoro tramite ShareKit potete sfruttare il tasto CtA per inserire il link al vostro Portfolio dove sono raccolti tutti i vostri lavori, insomma molto utile come funzione.

Una volta che avete creato il vostro post, ShareKit preparerà un nuovo URL pronto per essere condiviso.

LE STATISTICHE

Altra funzione interessante che troviamo è quella delle statistiche, infatti il link che viene generato ci permette di tenere traccia di quante volte è stato cliccato, da quali Paesi e da quali Referrer ovvero da dove arrivano i link (Facebook, Google, Twitter etc).

Insomma un report dettagliato che soddisferà i palati più esigenti e tutti gli amanti delle statistiche.

CONCLUSIONI

ShareKit può essere utilizzato in maniera gratuita per 14 giorni (più che sufficienti per testare la qualità del prodotto) e poi potete scegliere tre tipi di abbonamenti: Hobby, Professional e Agency.

Secondo me questo è un tool che se lavori con i Social Media devi provare e sicuramente ne rimarrai soddisfatto. Tu l’hai già provato? Hai intenzione di provarlo? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.