[HELP WORDPRESS]: Non accedo più al pannello admin

Houston we have a problem, non accedo più alla pagina admin del mio blog.

Il pannello admin del blog è l’equivalente della cabina di una navicella, se non riesci ad entrare la navicella va avanti senza controllo e le conseguenze possono essere gravi.

Ecco, io qualche settimana fa mi sono sentito come gli astronauti della navicella Apollo 13 e come loro ho lanciato il mio messaggio d’aiuto: “Houston we have a problem” e per fortuna il gruppo su Facebook “Ciccio, senti ‘na cosa” ha risposto.

Come dici? Non conosci il gruppo Facebook “Ciccio, senti ‘na cosa”? Allora clicca qui per leggere il post Ciccio, senti ‘na cosa: quando i Social sono utili.

PRENDI UN PLUGIN E TRATTALO MALE

Dalla sera alla mattina non riuscivo più ad accedere al pannello admin del mio blog, facevo il log in e mi appariva solamente una schermata bianca.

Chiedendo sul gruppo chi ha avuto lo stesso problema mi ha suggerito di controllare tutti i plug-in che ho installato sul mio blog, perché molto probabilmente un aggiornamento mi ha creato questo casino.

Quindi la prima cosa che ho fatto è entrare nel Cpanel del mio blog e poi sono andato su Gestione dei file. Ho individuato la cartella dove si trovano i plugin, selezionati tutti e poi spostati nella cartella cestino.

Attenzione!! Devi solamente spostare i plug-in nella cartella cestino e NON devi ne eliminarli definitivamente ne svuotare il cestino. Altrimenti non riuscirai a capire il problema.

A questo punto inizia il lavoro certosino (il tempo varia da quanti plugin hai installato) di spostare uno alla volta i plugin nella cartella giusta e provare ad accedere al pannello admin del tuo blog.

Non avendo molti plugin sul blog non ho impiegato molto tempo ad individuare il plugin che dopo l’aggiornamento era impazzito bloccandomi l’accesso la pannello admin del mio blog.

CONCLUSIONI

Questo problema che ho avuto sul mio blog mi ha confermato una cosa di cui avevo già la certezza: il web funziona solamente se c’è condivisione del sapere.

Tu hai avuto lo stesso problema o altri problemi più o meno simili con il tuo blog su wordpress? Lascia il tuo contributo nei commenti.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

MaxGalleria il plugin per creare gallerie fotografiche

Avere un blog ormai è fondamentale se vuoi portare avanti la tua attività anche online, ad esempio può essere un ottimo strumento di lavoro per i fotografi.

MaxGalleria è un plugin di WordPress molto utile che ti permette di organizzare le tue foto in gallerie fotografiche da inserire nel tuo blog. Uno potrebbe chiedersi: perché non usare un servizio esterno invece di installare un nuovo plugin? Perché non sempre un servizio esterno (come Facebook, 500px, Pinterest o Instagram) ti garantisce dei risultati performanti.

Ad esempio a lavoro da me siti come 500px o Facebook sono bloccati e quindi se io creassi una galleria fotografica utilizzando 500px quando sono a lavoro non vedrei niente. Questa situazione è comune in molti uffici, quindi perché rischiare? Per questo motivo ho preferito usare un plugin come MaxGalleria per creare la mia Pagina Portfolio.

 

COME SI USA MAXGALLERIA

Una volta installato configurare MaxGalleria è molto semplice. La prima cosa da fare è entrare nella schermata principale del plugin e cliccare sul tasto Add New per creare una nuova galleria. Diamo il nome alla nuova galleria (nel mio caso “Portfolio Motor Sport”) e iniziamo a selezionare le foto che vogliamo caricare.

 

“Se vogliamo mantenere il nostro sito performante dobbiamo caricare foto in bassa risoluzione, adatte per il web. Io solitamente utilizzo TinyPNG oppure Web Resizer. Puoi trovare altri tool interessanti sul post di Riccardo Esposito

 

Una volta caricate le foto ci spostiamo nel sotto-menù Template per decidere quale usare, in maniera free abbiamo a disposizione solamente un tipo di template. Se ne volete altri dovete pagare (parliamo sempre di cifre abbordabili). Nel terzo sotto-menù, Option, possiamo definire lo stile della nostra galleria (spessore o colore del bordo, quante foto mettere su una riga etc..).

Nel sotto-menù Description possiamo inserire una breve descrizione della nostra galleria e con il sotto-menù Advanced possiamo personalizzare ulteriormente la nostra galleria.

 

PUBBLICHIAMO E INTEGRIAMO

Una volta terminato clicchiamo sul tasto pubblica e la nostra galleria fotografica sarà pronta, a questo punto basterà copiare e incollare lo short-code che viene generato per integrare la nostra galleria in una pagina o in un post.

 

CONCLUSIONI

Se sei un fotografo avere un Portfolio sul tuo sito è importante, avere un Portfolio ordinato con una galleria fotografica è ancora meglio. Io ho provato MaxGalleria e per adesso mi trovo bene, tu ne hai provati altri? Cosa ne pensi di questo? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Revive Old Post il plugin per pubblicare i vecchi post

Revive Old Post è il plugin che ti permette di pubblicare i vecchi post sui Social Media aumentando così le visite sul tuo sito.

Revive old post è un plugin di wordpress che ho scoperto grazie a un post di Riccardo Scandellari. Questo plugin serve per pubblicare quando vuoi tu in modo automatico i vecchi post del tuo blog.

Questo plugin permetterà di tenere sempre alta l’attenzione verso il tuo blog aumentando le visite e magari anche ottenere qualche nuovo lettore fidelizzato. Il plugin è gratuito, ma in questo caso puoi solo usare la condivisione su Twitter e Facebook, mentre se paghi e prendi la versione PRO puoi condividere anche su LinkedIn, Xing e Tumblr.

 

CONFIGURARE REVIVE OLD POST

Una volta installato il plugin, all’interno del Pannello di Controllo, nella nostra barra a sinistra  apparirà la voce Revive Old Post. Cliccando possiamo entrare nel pannello per configurare il plugin, una volta dentro la prima schermata che troviamo è quella degli account.

Come ho detto prima nella versione free possiamo usare solamente la condivisione su Twitter e Facebook, quindi basta cliccare sopra l’account che vogliamo utilizzare e autenticarsi con le nostre credenziali. Un volta deciso gli account possiamo passare alla seconda schermata: General Settings.

 

GENERALE SETTING

In questa schermata puoi decidere le tempistiche e la quantità delle condivisioni, in particolare:

  • Intervallo minimo di condivisione
  • Età minima e Età massima (in giorni) per condividere un post, ovvero puoi decidere di far condividere i post che sono stati pubblicati al meno da 10 giorni e al massimo da 60 giorni
  • Numeri di post da condividere ogni volta
  • Cosa condividere: post o pagina
  • Se tracciare i post con Google Analytics
  • Escludere o Includere le categorie di un post
  • Decidere la dimensione della foto da allegare

Definita questa configurazione possiamo passare alla terza schermata, Post Format.

 

POST FORMAT

In questa sezione possiamo definire il formato del post che deve essere condiviso.

  • Contenuto del Post: vuoi condividere solo il titolo, solo il corpo del post, titolo e corpo
  • Lunghezza del post (nel caso di Twitter 140 caratteri)
  • Se vuoi aggiungere un testo al post da condividere
  • Se vuoi includere un link
  • Se vuoi includere gli hashtag

Terminata la configurazione ora possiamo iniziare a condividere i nostri post in automatico, per farlo prima bisogna prima premere sul tasto SAVE e poi su START SHARING.

 

CONCLUSIONI

Il bello di WordPress è quello di avere dei plugin che ti possono aiutare a lavorare meglio e a migliorare le prestazione del tuo blog. Tu lo usi? Conosci altri plugin utili per il blog? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto il post, se invece vuoi approfondire altri argomenti su wordpress ti consiglio questi post:

 

 

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

[HELP WORDPRESS]: Configurare wordpress

Subito dopo l’installazione di WordPress, prima pubblicare il nostro primo post, dobbiamo pensare alla configurazione di wordpress.

Configurare wordpress è una di quelle operazioni da fare con molta calma perché devono essere fatte bene per non compromettere il nostro lavoro. Il vantaggio/svantaggio di usare wordpress è che abbiamo a disposizione molti plugin che possono aiutare il nostro lavoro.

Parlo di vantaggio perché abbiamo una vasta scelta, parlo di svantaggio perché la troppa scelta porta ad installare cose inutili che intasano solamente il nostro blog. Quindi la prima azione da fare è quella effettuare una attenta scrematura di quello che dobbiamo installare.

 

INSTALLARE I PLUGIN

Una volta entrati nel Pannello di Configurazione di wordpress bisogna andare nella sezione Plugin. In questa sezione troviamo i plugin già installati sul nostro blog, mentre di lato troviamo il menù Aggiungi Nuovo dove possiamo scegliere cosa installare.

Come dicevo prima configurare wordpress è una di quelle operazioni da effettuare con molta attenzione, per evitare di mettere sul nostro blog della mondezza che può compromettere il nostro blog. I plugin che andrò ad elencare successivamente sono quelli che ho installato sul mio blog e che per adesso lo stanno facendo lavorare bene.

Ad esempio la configurazione attuale rende il mio blog, da quello che dice Google, molto veloce nel caricamento. Questa è una caratteristica che ogni sito dovrebbe avere per non essere penalizzati.

 

Come dicevo prima questa è la lista dei plugin che sono installati sul mio blog:

 

  • Cookie notice
  • Facebook Page plugin
  • GA Google Analytics
  • Instagram Feed
  • kk Star Ratings
  • Mail Poet 3
  • Podamibe Custom User Gravatar
  • Social Pug
  • WordPress Force HTTPS
  • WP Fastest Cache
  • WP Smush
  • YOAST SEO

 

Ogni plugin ha il suo compito, ad esempio ci sono quelli che gestiscono la parte Social (Facebook Page plugin, Instagram Feed, Social Pug), il plugin per gestire le newsletter (Mail Poet 3), i plugin per gestire l’ottimizzazione del sito (WordPress Force HTTPS, WP Fastest Cache, WP Smush), il plugin per gestire la SEO (YOAST SEO)  e quelli per gestire le analytics e la cookie law (GA Google Analytics e Cookie notice).

E per ultimi, ma non per questo meno importanti, il plugin per gestire la valutazione dei post (kk Star Ratings) e l’avatar dell’autore dei post (Podamibe Custom User Gravatar). Questi 12 plugin permettono al mio blog di lavorare bene e veloce, se sei interessato ad un approfondimento di uno di questi plugin lascia un commento sotto il post, potrei creare un post ad hoc per te!

 

IMPOSTAZIONI

Ok dopo aver scelto i nostri plugin continuiamo con la configurazione di wordpress andando nel menù Impostazioni. Cliccando si apre un sotto-menù dove troviamo diverse voci da configurare.

 

GENERALI

Il primo che andiamo a vedere si chiama Generali, in questo menù possiamo configurare le impostazioni di base del nostro sito. Ad esempio il nome e il motto da far apparire sul nostro sito. In questa sezione la voce importante da specificare è Indirizzo WordPress e Indirizzo Sito.

Quindi in queste due voci andiamo a specificare l’url della directory principale e l’indirizzo dove verranno caricati i file wordpress. Comunque se vuoi approfondire meglio ti lascio il link di Codex WordPress dove viene spiegato bene in dettaglio la differenza di queste due voci.

Le altre voci che puoi configurare in questa sezione sono il fuso orario, formato data, formato orario e l’indirizzo email da usare per scopi amministrativi.

 

SCRITTURA E LETTURA

Questi due sotto-menù servono per impostare le modalità di scrittura e di lettura del tuo blog, in particolare fate attenzione al sotto-menù Lettura. In questa sezione trovate la voce “La tua home page mostra“, qui vi consiglio di mettere “Gli ultimi articoli”.

Invece nella voce “Le pagine del blog visualizzano al massimo” vi conviene configurare al massimo 5 articoli più recenti, come anche la voce “I feed visualizzano i più recenti“. Questo per rendere più “leggera” la lettura del blog, a questo punto vi rimane di configurare la voce “Per ciascuno articolo in un feed,mostra” e impostare Riassunto.

 

ATTENZIONE: NON SPUNTATE LA VOCE: “SCORAGGIA I MOTORI DI RICERCA AD EFFETTUARE L’INDICIZZAZIONE DI QUESTO SITO“.

 

DISCUSSIONE

Questa sezione è molto importante e va configurata bene perché qui da qui possiamo gestire i commenti, le moderazioni ed eventuali blacklist. Configurare bene questa sezione significa evitarsi rotture di palle dopo, mi raccomando impostate sempre la voce modera i commenti.

In questa maniera prima di apparire online sul vostro blog vi verrà notificato nella sezione Commenti, in questa maniera potete decidere se approvare oppure no il commento.

 

MEDIA E PERMALINK

In queste due sezioni potete definire le dimensioni standard delle foto che andrete a caricare sul vostro blog (sezione Media) e come strutturare l’url dei post del vostro blog (sezione Permalink).

 

ASPETTO

“Anche l’occhio vuole la sua parte”, quindi avere un blog esteticamente bello può aiutare. Naturalmente non dobbiamo dimenticarci che un blog deve essere anche funzionale, quindi oltre a scegliere un bel Tema (che sarà il vestito del vostro blog) ricordiamoci che dovrà essere anche Responsive (ovvero adatto per una visione Mobile).

Se andate nel menù Aspetto ==> Temi potrete scegliere tra molti, forse troppi, Temi gratuiti e non l’importante che sia un Tema Responsive. Una volta scelto il tema potrete Personalizzarlo e aggiungere Widget per dotare il vostro blog di qualche funzione in più. Inoltre potrete anche definire uno sfondo, quando sceglierete una foto per questa funzione fate attenzione che non sia una foto troppo “pesante”, altrimenti  potrebbe essere penalizzata la velocità del vostro blog.

Ultimo menù da vedere è Aspetto ==> Menù, qui potete decidere che tipo di Menù far apparire nel vostro blog e in quale ordine.

 

CONCLUSIONI

A questo punto il vostro blog è pronto e aspetta di essere riempito con i vostri contenuti. Se avete domande o dubbi potete sfruttare i commenti sotto questo post.

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Aprire un blog? Lascia perdere non ti conviene!!

Aprire e gestire un blog non è così facile come ti  vogliono far credere, è un vero sbattimento. Lascia perdere, trovati un hobby più divertente.

Ecco che arriva l’ennesimo tizio che vuole aprire un blog, avere anche successo e magari un giorno essere definito come blogger influencer.  Ti piacerebbe ricevere oggetti gratis da recensire, essere invitato alle feste più cool ed essere pagato per scrivere sul tuo blog ?

Ti piacerebbe ma la realtà è ben diversa da quella che sogni quando sei davanti al tuo piccolo blog, i tuoi sogni di gloria sono solamente cazzate. Prima di tutto il tuo blog è solamente l’ennesimo blog sul web, non sei nessuno, non hai credibilità, l’argomento che tratti lo trattano già mille blog più autorevoli di te.

 

NON SEI UNA WEBSTAR

Inoltre i blogger non sono webstar. Aprire un blog significa studiare tanto (si hai letto bene studiare), aprire un blog significa essere sempre aggiornati, aprire un blog significa essere sempre connessi con il web, aprire un blog significa avere a che fare con lettori che ti romperanno le scatole di continuo.

Inoltre tutte le settimane (se pubblichi una volta alla settimana, altrimenti è anche peggio) dovrai pensare a cosa scrivere nel tuo prossimo post, studiare le migliori strategie per rendere virale il tuo post (o almeno provarci).

 

LETTORI CHE TI ROMPONO

Dovrai combattere con i lettori che non leggono e commentano a cavolo, dovrai combattere con i lettori (o meglio Troll) che vorranno screditare il tuo lavoro. Dovrai combattere con i lettori e con le loro domande molte volte assurde e che non hanno una soluzione veloce. Inoltre dovrai combattere con i lettori e con le loro domande dove basterebbe usare Google per trovare la soluzione.

 

COLLEGHI SAPUTELLI

Peggio di un lettore che commenta senza leggere c’è solo il collega blogger saputello che verrà a spalare merda su di te e sul tuo blog. Perché ? Perché lui è un “professionista” del web e tu non usi il blog secondo le sue regole oppure perché vede in te un potenziale concorrente da “eliminare”.

Lui ti provoca in maniera subdola e aspetta solo una tua reazione, sbagliata, per mandare in vacca la tua debole reputazione online. Un blogger con una brutta reputazione online è un blogger inutile.

 

NON SEI SOLO UN BLOGGER

Se pensi che per fare il blogger ti serve solamente uno spazio web e scrivere ti sbagli di grosso. Il blogger del futuro, ma anche quello del presente, deve possedere diverse nozioni. Ad esempio deve saper installare il proprio CMS WordPress, deve avere ALMENO un’infarinatura di SEO, deve conoscere i programmi per lavorare le foto (non deve essere un grafico, ma almeno le basi).

Deve sapere utilizzare i Social Media, perché vero che Google e il suo traffico organico sono importanti, ma anche i Social Media portano traffico al nostro sito. Inoltre deve saper comunicare, infatti il blogger non può vivere nel suo piccolo ecosistema  ma deve uscire fuori e socializzare.

Le pubbliche relazioni online e offline sono molto importanti per fare conoscere il tuo blog, quindi se pensavi di stare isolato nella tua stanza a scrivere davanti al tuo PC mi dispiace, ma ti sbagliavi di grosso.

 

STUDIA, AGGIORNATI, STUDIA

Quando apri un blog devi studiare per capire come funzionano alcune cose ma come saprai sicuramente, nel web, quello che impari oggi domani è già vecchio. Quindi se vuoi essere sempre al passo devi studiare e aggiornarti di continuo perché altrimenti te, e il tuo blog, verrete superati da qualcuno più preparato di voi.

 

CONCLUSIONI

Sei ancora convinto di aprire un blog ? Non ti sei spaventato dopo tutte le cose brutte che ho detto sul mondo dei blogger ? Bene allora sei già un passo avanti per fare un buon lavoro, ma prima di andare ad aprire il tuo nuovo blog ti lascio una domanda, se vuoi rispondi nei commenti: “Perché apro un blog ?

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network  e lascia una VALUTAZIONE sfruttando le stelline qui sotto. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.

 

Al prossimo post !!!